META name="y_key" content="8e05f0120efde1bc"

Dott. Alberto Tofanari

Cerca

Vai ai contenuti

Menu principale:


Anorgasmia

Disfunzioni Sessuali > Disfunzioni Maschili > Disfunzioni dell'Eiaculazione

Definiamo anorgasmia quella condizione in cui non si assiste alla eiaculazione, per mancanza di emissione e quindi di propulsione del seme, e non è presente la fase del piacere sessuale orgasmico.
Si può considerare la forma più grave di eiaculazione ritardata.
Viene definita anorgasmia primitiva quando il paziente non riesce ad eiaculare in alcun modo sia con il rapporto, di qualsiasi genere o natura, sia con la masturbazione, pur conservando libido ed erezione normali: in genere questa condizione è di natura psicogena.
Le forme secondarie sono determinate da lesioni ortosimpatiche al di sopra di T9-L2 da gravi neuropatie periferiche interessanti le fibre sensitive, dall’etilismo cronico, dalla assunzione di antidepressivi e di alcuni farmaci antipertensivi, dalle droghe.


Torna ai contenuti | Torna al menu